mercoledì 10 gennaio 2018

Ho letto: "La primavera tarda ad arrivare" di Flavio Santi

Ho partecipato al 2° Round Robin, organizzato da Pyros & Patch : il libro che è passato di mano in mano a diverse blogger prima di approdare a me, era un giallo italiano, "La primavera tarda ad arrivare" di Flavio Santi, prima indagine dell'ispettore Drago Furlan.
Il libro mi è stato 'passato' da Robby Roby che mi ha allegato un simpatico segnalibro "babbo natale". I bravi organizzatori, Carmela e Davide alias Pyros & Patch, avevano inserito un biglietto personalizzato per ogni partecipante e una custodia in tema /libro nella quale c'era un foglio per poter scrivere le nostre rispettive impressioni una volta letto il giallo. Io, essendo l'ultima, ho rispedito proprio a loro!

Una lettura scorrevole ed intrigante, un caso che ritrova le origini in un episodio della Seconda guerra mondiale (l'eccidio di Avasinis,51 vittime) avvincente fino all'ultimo capitolo, con finale davvero a sorpresa! Un sottile filo ironico percorre tutta la storia, aiutato dagli "svarioni" del vice Orfeo Moroder... mentre l'ispettore (non commissario) Drago viaggiando con la sua Guzzi o guidando la Zastava, mette insieme le tessere di un puzzle (tracciato su di un tovagliolo, in osteria) dai margini nebulosi, ad attendere i suoi rientri a casa un'insolito pet, il maialino Tito. L' autore descrive con dovizia di particolari l'ambientazione friulana, le caratteristiche (quasi 'macchiette') degli amici, i piatti tipici e anche resoconti calcistici della sua squadra del cuore, l'Udinese! 

TRAMA
Che cosa ci fa un morto ammazzato nella sonnacchiosa Montefosca, sperduto paesino alle pendici delle Alpi friulane? Drago Furlan, l’ispettore incaricato del caso, ha una bella gatta da pelare: ormai abituato a prendersi cura del suo orto e a verbalizzare multe per divieto di sosta, non indaga su un omicidio da quasi vent’anni. E quello di Montefosca, in più, è un omicidio davvero strano: la vittima è un anziano di cui nessuno sembra conoscere l’identità. Drago, fisico alla Ernest Hemingway e metodi da ispettore contadino, è costretto a indossare di nuovo i panni del detective per scoprire che quei luoghi tanto amati, al confine tra Italia e Slovenia, custodiscono segreti inconfessabili.

L'AUTORE
Flavio Santi vive tra la campagna pavese e quella friulana. Ha tradotto autori classici (tra cui Herman Melville, Francis Scott Fitzgerald) e contemporanei (Wilbur Smith, Ian Fleming e molti altri). Insegna all'università dell'Insubria di Como-Varese. Ha scritto di vampiri, precari, supereroi, ma soprattutto del Friuli, raccontandolo nelle raccolte di poesia Rimis te sachete/Poesie in tasca (Marsilio, 2001), Asêt/Aceto (La barca di Babele, 2003), nel memoir on the road Il tai e l'arte di girovagare in motocicletta (Laterza, 2011) e in alcuni reportage televisivi. Nel 2016 è uscita la prima indagine dell'ispettore Drago Furlan, La primavera tarda ad arrivare (Premio La Provincia in Giallo). È tradotto in diverse lingue, dall'inglese al coreano. È tifosissimo dell'Udinese, e coltiva un piccolo orto. 

Ringrazio Pyros & Patch per avermi dato l'opportunità di leggere questo giallo e di conoscere un autore per me nuovo, al quale auguro nuovi successi letterari!
  

26 commenti :

  1. Cara Fiore, che bello vederti sempre in prima linea, io tiferò per te sempre.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso sei tu sempre in prima linea, sei il mio top veloce commentatore!!! un abbraccio ed un sorriso anche a te!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Deve piacere il genere Luisa, magari tu hai altri gusti!

      Elimina
  3. Ciao Fiore
    avvincente la tua recinsione, mi hai incuriosito, se lo trovo in libreria lo prende e provo a leggerlo nelle mie notti insonni...provo questa terapia: leggere!!
    un abbraccio
    ely

    RispondiElimina
  4. Molto interessante e intrigante questo libro. Anche se non sono portata per il genere "giallo". Grazie per questa tua recensione. Un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Saray per essere passata , ricambio abbraccio

      Elimina
  5. Ciao Fiore!! Siamo felici che ti sia piaciuto!! Stiamo pensando al 3° Round...vedremo un pò il genere..., che simpatico il segnalibro da Robby!! Grazie per questo post esauriente e per la tua partecipazione!! Ti avvisiamo appena arriva..., un caro saluto e carezze ai #miticipelosi!!
    Carmela e Davide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi x l interessante iniziativa e ...al prossimo "round robin" o "bookcrossing"!

      Elimina
  6. Mette voglia di leggerlo. Grazie del consiglio

    RispondiElimina
  7. I gialli thriller come si vogliono definire mi piacciono molto. Non amo molto le lunghe descrizioni a contorno non quelle particolari atte a mettere assieme i puzzle. Non conosco l autore. Ottima recensione. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Edvige qst libro parla anche di luoghi a te cari visto che ci abiti😉 spero di averti incuriosita

      Elimina
  8. Alleluia, eccomi qua. Devi scusarmi Fiore ma sono un po’ imbranata. Ho dato un occhio e vedo che sei onnipresente, complimenti. Mi unisco al tuo blog così non ti perdo di vista. A proposito di libri, questo deve essere proprio interessante, anche se questo genere mi mette un po’ di ansia. Buona giornata, cara.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinforosa grazie x esserti aggiunta ai miei follower.
      Stai tranquilla è un giallo a tratti anche ironico e ti strappa più di un sorriso!

      Elimina
  9. Ciao Fiore! Che carina questa iniziativa del Round Robin, non la conoscevo proprio!! Oltre a conoscere nuovi autori ti permette di conoscere nuovi splendidi lettori, è davvero simpatico :)
    Io intanto sono riuscita ad uscire dal caos delle feste, e ho trovato il tempo per sistemare di tutto punto il mio blogghino ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continua a seguirmi cara Elan perché presto indiró pure io un round robin o bookcrossing che poi è stessa cosa...a presto!

      Elimina
  10. Ciao Fiore,interessante storia. Anche se non amo i gialli la tua recensione è stata esaustiva.
    Buon 2018
    Rachele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rakel e buon proseguo d anno nuovo anche a te

      Elimina
  11. Bella, bella recensione! I gialli non sono il mio genere preferito, ma a volte ne leggo qualcuno per cambiare! Grazie per avermi fatto scoprire questo libro.

    RispondiElimina
  12. Ciao mi è piaciuto leggere questo libro, ma in particolare mi è piaciuto partecipare a questa iniziativa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Robby perché indico anche io un bookcrossing del genere molto presto anzi...prestissimo..

      Elimina
  13. Cavolo fra la scuola e tutti i problemi che ho avuto e che ho ancora mi sono persa questa lettura mi spiace perchè adoro i gialli . Ma grazie per il bellissimo post Fiore. Spero di riuscire a stare più dietro ai vostri blog quando mi sono trasferita e sistemata un pò magari mi aiuterà a calmarmi e farmi passare il nervoso di tutto quello che mi sta succedendo da due anni a questa parte.
    Comunque spero di partecipare presto ad una vostra iniziative. Baci Vero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vero come sopra scritto prestissimo ci sarà una altra iniziativa librosa indetta da me x cui
      ..occhio !

      Elimina

♥ BENVENUTI NEL MIO BLOG ♥
Un semplice saluto, un commento, sarà sempre gradito !

Rispondo (tempo permettendo) sotto il vostro commento o direttamente in email se non siete 'no reply blogger'!
Vi consiglio di spuntare la casella di 'inviami notifiche' per ricevere aggiornamento risposta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...