giovedì 17 marzo 2011

Festeggiamo insieme i 150 anni dell'Unità d'Italia !




Ho voluto commemorare questa data importante che festeggia i 150 anni dell'Unità d'Italia in un modo mio personale, chiedendo la collaborazione di voi amici blogger di tutt'Italia, per sentirci uniti in questa giornata con una frase, un modo di dire, un pensiero scritto possibilmente nel vostro dialetto come vi avevo invitato a fare (ma anche in italiano va bene lo stesso).
La nostra identità culturale espressa in dialetto è importante, ma mai quanto in questo periodo la diversità linguistica rappresenta un valore aggiunto, un accrescere, uniti nella diversità: che può essere il dialetto come il colore della pelle, moltissimi nati in Italia e quindi italiani a tutti gli effetti hanno origini da altri Paesi, da altre culture.



C'è chi vorrebbe dividere questa nostra bella Italia, chi si crede superiore, chi vuole classificarci in cittadini di serie A e di serie Z.....oggi non voglio sentire bei discorsi di commemorazione, voglio fatti, voglio che tutti vengano rispettati ed a tutti dico "stiamo uniti" ! Voglio che ci sentiamo orgogliosi di appartenere a questo Paese, nonostante tutto. L'Italia è una Nazione ammirata in tutto il mondo, Patria di  uomini e donne illustri, non scordiamocelo mai!





Questo post è frutto della ns. unione ed amicizia che oggi più che mai ci unisce in un abbraccio e girotondo virtuale per tutta l'Italia!  Grazie: vi voglio bene! evviva l'Italia, evviva noi blogger !



 



 




 



non sono pervenute risposte da tre regioni per cui ho selezionato dal web un proverbio per ognuna, mi spiaceva rimanessero senza...


VALLE d' AOSTA:  Lait sur vin c’est venin; vin sur lait c’est souhait. (Trad.) Il latte dopo il vino è un veleno; il vino dopo il latte è salutare (dal web).



TRENTINO ALTO ADIGE:
da Dupont (Trento) una serie di proverbi:

Far e desfar l'è tut en laoràr (fare e disfare è tutto un lavorare)

Laora ti, che mi no podo (lavora tu, che io non posso)

L'amor el fa far salti, la fam ancor pù alti (l'amore fa fare salti, la fame ancora più alti)
 
Chi che ròba poc el và 'n galera, chi che ròba tant el fa cariera (Chi ruba poca va in galera, chi ruba molto fa carriera).


PIEMONTE :
un augurio.
"speruma ca vaga tut bin!" (speriamo che vada tutto bene)
E' torinese -Sinesolesileo


Quand a nasu tuti bei, quand a mouiru tuti brau.  ( Quando nascono sono tutti belli, quando muoiono sono tutti ...): abito in Liguria,ma sono Piemontese fino al midollo e ho scelto un proverbio della mia Regione.  Adriana (Droli)

A fan ëd pì j'ani che ij lìber (Fanno di più gli anni che i libri)    
Noi, così come la storia, siamo fatti di esperienza. Poi i libri tramandano ed insegnano. Ma è la vita vissuta che conta e che spesso viene dimenticata. Dovremmo avere più rispetto per la storia e per gli anziani, ed anche per chi, con l'umile lavoro e con il sacrificio, permette (ed ha permesso) lo sviluppo economico e la crescita sociale. Insomma, un grande proverbio con diverse interpretazioni.
Romins -  Torino (prima Capitale d'Italia - 1861)


Splinder rappresenta già l'unità d'Italia, perchè va da nord a sud, (e a volte anche oltre i confini), riunisce tante persone che non si conoscono, ognuno con la propria vita, ma alla fine ci si ritrova attraverso questi racconti, su questa macchina infernale, che ti permette di viaggiare restando comodamente seduti a casa propria.
Luisella (amber433)


Da Fausto (amicididiana) ecco qualche frase in dialetto riguardante il Carnevale Gattinarese 2011 in provincia di Vercelli, Piemonte:
Testament ad S. M. Al BABACIU e d'la PLANDRA soua “gentil” consorte
(Testamento di S. M. Al BABACIU e della PLANDRA sua “gentile” consorte)


GATINAREIS E ‘MPARMUAI...
Par anviarè an bela manera
I vulumma augurevi la bunasera
Quanti robbi a ien capità
da l’ultima vota chi summa brusa !?!
Antl’America ien dasfach dovvi tur
E tutt al mont dess l’è menu sicur
La povra lira a ien rutamà,
e con l’euro i vivumma a la giurnà 
I robbi a l’estar quaidön a fa fè
E qui la jent a tribula a disnè.
A tucc i partij jen cambiaghi ‘l nom
Ma chi ca paga l’è sempi pantalon 
L’istoria l’è uguala i facci jen ja stéssi,
stéssi balli, identichi pruméssi
parlu ‘d rifurmi ma poi a cumbinnu vari
e la nossa ecunumia a va dè via ‘l tafanari
Al digitale terrestre an television...
Sa scc-ara a quadrecc e a giru i cuion
Con al computer tutt as pol vardè
Ma an piazza l’è mei andè a ciciarè.
-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.--.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.--
GATTINARESI E NON
Per iniziare in bella maniera,
Vi auguriamo la buonasera.
Quante cose sono successe
dall’ultimo nostro rogo !?!
In America sono state abbattute le torri gemelle
ed ora tutto il mondo si sente meno sicuro;
Hanno rottamato la lira,
e con l’euro viviamo alla giornata;
Qualcuno ha spostato la produzione all’estero
così altri faticano economicamente.
A tutti i partiti han cambiato il nome
ma chi paga è sempre pantalone;
La storia è sempre uguale e le facce le stesse,
stesse frottole, identiche promesse,
parlano di riforme, ma poi combinano poco
e la nostra economia la prende in quel posto.
La televisione, con il digitale terrestre,
si vede a quadri e ci girano le ...scatole
Col computer ci si collega al mondo
ma è meglio andare in piazza a chiacchierare


Sciogli lingua in dialetto biellese (piemonte) da Picchina:
Se i'voeli gni gni, se i voeli gni gni gni gn,i ni di da gni poeu gni gni.
Traduzione:
Se volete venire venite, se non volete venire non venite, non dire di venire e poi non venire.


LOMBARDIA:

"La nosta bandera l'è da tri culur :
l'è bianca tammè la nè di nos muntagn,
l'è rusa tammè 'l sol cal splendi sul mar,
l'è verda tammè i pra di nost pianur.
L'è propri bela la nosta bandera"

Traduzione :
"La nostra bandiera è di tre colori:
è bianca come la neve delle nostre montagne,
è rossa come il sole che splende sul mare,
è verde come i prati delle nostre pianure.
E' proprio bella la nostra bandiera"  da   A. (Mirtillo 14)   - Lombardia -  (MI)


Tutt el mond a l'e' paes, a semm d'accòrd. ma Milan,l'e' on gran Milan!!! (Giooann D'anzi)
Claudiamercury ( Milano)


CUI CAVEI BIANC CUM LA NEV ED I PEE NET M'EL NOTER MAR L'ITALIA L'E' CHI... ANCAMO' UNA GRAN BELA TUSA !!!! (coi capelli bianchi come la neve, ed i piedi puliti come il nostro mare, l'italia è ancora una gran bella ragazza!!!)
Stefano (Stefanover) da Milano


proverbio milanese e precisamente dalla città di Trezzo sull'Adda :
La buca l'è menga straca se la sa menga prima de vaca
La bocca non è stanca finchè non sà di vacca (con vacca si intendono i derivati, cioè che il pranzo non è soddisfacente, se non comprende anche il formaggio)
Marina alias NewLook


Voglio comunque elogiare la fratellanza tra i popoli e l’unione tra i fratelli italiani .Voglio sottolineare che come me tanti sono stati emigranti nella stessa patria e non nascondo che è stato difficile tra gli stessi fratelli rendersi orgogliosi di esserlo "ITALIANI!"Questo giorno vuole essere esempio alla memoria e che tutti noi con un unico abbraccio festeggiamo questo evento .
Poetanarratore. (Lombardia)


La  discrèssiù  l'è  la madèr  dè  lè  virtù...   (la discrezione è la madre di ogni virtù)
A  Santa  Crus,  pa  e  nus   (a Santa Croce, pane e noce)
in dialetto bresciano, Sistercesy


VENETO: 
"Scarpa larga e gòto pien, ciapa le robe come le vien" ... Scarpa larga e bicchiere pieno, prendi le cose come vengono... Vecchio proverbio Veronese-Veneto.   Bruna

FRIULI VENEZIA GIULIA:
  Mandi mandi! stami ben e saluda a ciasa!    - frase in dialetto friulano, si dice quando ci si saluta prima di tornare ognuno a casa propria!  Ilary

friulano :
siops!siops! coculis lops!Dait,no dait,in paradis lait! da Ocramasil


"Butta guerra che 'ndemo a vedove" - (speriamo venga la guerra per trovare donne ben disposte) ;)
" Che la vadi ben, che la vadi mal, sempre allegri mai passion, viva là e po' bon". (Che vada bene, che vada male, sempre allegri e mai tristezza..come va..va, va sempre bene).
Saraysun  (Trieste)

El triestin xè mato per le babe (il triestino impazzisce per le donne) Lucio da Trieste


LIGURIA: Un detto che nella mia famiglia veniva spesso citato è:
CHI NU CIANZE NU TETTA
ovvero chi non si lamenta, non ottiene nulla.

Emmelania.

EMILIA ROMAGNA:  
proverbi in dialetto della  bassa  modenese da MGD( Magda ).
Da che pùlpit a vin la prèdica
Chi rid in venerdè a rid par tri dè.
A sbaglia ench al priat a l'altarì


“Ricordat, quel c’à dà gnìr nisun s’al ricorda” 
(Traduzione dal dialetto ferrarese: ricordati, quello che deve avvenire nessuno se lo ricorda)
 Daria (Nightly) - Ferrara


Chel che de bel e giust podem godè a l’è el frut dei sacrifisi e dell’impegn dei nostri predecessur.
A lur và l’orgoli de veser Italian, a le novi generasiun và l'impegn de tuc per veser un Paes semper pusè giust e liber.
W l’Italia, W gli Italian
(Quello che di bello e di giusto stiamo usufruendo è frutto dei sacrifici e dell’impegno dei nostri predecessori. A loro và l’orgoglio di essere Italiani, alle nuove generazioni và l'impegno di tutti per un Paese sempre più giusto e libero.
W l’Italia, W gli Italiani)
Sonia da Parma


Da BluesinBologna una barzelletta in bolognese: LA PULÉTTICA



Pirén al tàurna a cà da scóla e al d'mànda a só pèder: "Bàbbo, ai ò bisàggn che té t'um spiégh la puléttica, parché d'màn ai ò da fèr un téma".
Al pèder ai pànsa un póch e pò ai dìs: "Fórsi al quèl miàur l'é quàll ed fèr un paragàn con la nóstra famàiia: mé a rapresànt i capitalésta, parché a lavàur e a pórt a cà i baiùch; tó mèder l'é al guéren, parché la dezìd incósa in cà; la Cesìra, la dóna ed sarvézzi, la rapresànta i operèri, parché la lavàura con un stipàndi; té t'i al popolo e tó fradlén l'é la generaziàn futura, èt capé?"
"A cràdd ed sé, grazie".
Pirén, la sìra a lèt, l'é ànch drì ch'al pànsa a tótt quàll ch'ai à détt só pèder e in ch'al mànter als acórz che al fradlén l'as l'é fàta adós, acsé al córr a ciamèr só mèder.
Ciàma e che te ciàma, mó la mèder la cunténua a runfèr e al vàdd che só pèder al n'é brìsa int al só lèt, mó l'é in quàll d'la Cesìra!
A la matén-na, a claziàn, al pèder a gli d'mànda:
"Alàura Pirén, cus'èt capé d'la puléttica?"
"P'r adès ai ò capé che i capitalésta il càz'n in ch'al sìt ai operèri, che al guéren al dórum, als n'infréga dal pòpolo e al làsa el futuri generaziàn int la mérda!"
Traduzione: LA POLITICA
Pierino torna a casa da scuola e chiede al padre: “Papà, ho bisogno che tu mi spieghi la politica, perchè domani devo fare un tema”.
Il padre ci pensa un po' e gli dice: “Forse la cosa migliore è quella di fare un paragone con la nostra famiglia: io rappresento i capitalisti, perchè lavoro e porto a casa i soldi; tua madre è il governo,perchè decide tutto in casa; Cesira, la governante, rappresenta gli operai, perchè lavora e percepisce uno stipendio; tu sei il popolo e tuo fratellino è la generazione futura, hai capito?” Credo di sì, grazie”.
Pierino, la sera a letto, sta ancora pensando a tutto quello che gli ha detto il padre mentre si accorge che il fratellino si è fatto la popò addosso, così corre a chiamare la madre.
Chiama e richiama, ma la madre continua a russare e si accorge che il padre non è nel suo letto, ma in quello di Cesira!
Il mattino seguente, a colazione, il padre gli chiede:”Allora Pierino, cos'hai capito della politica?”
Per adesso ho capito che i capitalisti lo cacciano ( mettono ) in quel posto agli operai, che il governo dorme, se ne frega del popolo e lascia le future generazioni nella merda!”



TOSCANA:
per l'unita' d'Italia mi viene in mente solo la canzone di De Gregori,mi sembra che racconti un po la storia dell'Italia. E con questo l'ultima frase,"viva l'Italia  l'Italia che resiste!" Perche' noi Italiani siamo abituati a resistere a tutto e tutti e a cavarcela sempre nei problemi.
Ladykat dalla Toscana.


A vorest saper prchè pr la festa d l'unità d Italia , no a stan a cà, ma a  dobbian pigliar ferie.
( vorrei sapere perchè per la festa dell'unità d'Italia, stiamo a casa, ma dobbiamo prendere ferie) dialetto della Lunigiana , Toscana. Divinacallas.


"Meglio puzzà di po'ero che puzzà di bischero!"
Martina  (HappyCure) - Pistoia


Eccoti la foto di Garibaldi a Carrara, guarda bene le dita pare indichino un 3, da sempre ai bambini si pone una domanda "come dice garibaldi?" - TRE!
ora te lo scrivo in dialetto : "Ninì .... cos i diz Garibaldi?" - TRE!
Jouy


proverbio toscano..."crescere qualcuno a mollichella" cioè coccolare qualcuno; oppure "Avere i' bischero pe' i capo" cioè essere un po' stupidini in quel momento. Mary - Fi -

dialetto pontremolese...at mand un bas lung da chi fin là e ag'asunse al fiur d'na caressa accumpagnà da un bel suris, tut par te...traduzione simultanea: ti mando un bacio lungo da qui a lì e ci aggiungo il fiore di una carezza accompanato da un bel sorriso, tutto per te...beh, non è facile scriverlo, ma si legge così come scritto. Sguenci da Pontremoli (Toscana)

Katia da Firenze


MARCHE:
dai 'canti' del recanatese Giacomo Leopardi ho riletto 'all'Italia' da cui estrarrei un passo particolarmente adatto ai tempi nostri:
"Piangi, che ne hai ben donde, Italia mia,"....Emma (marche)



UMBRIA: C’ho pochi spicce e poche da spiccianne.
Ho pochi soldi e pochi da cambiarne (lo dice una persona che ha poche parole da dire ma te le dice in faccia, oppure una persona che ha poco tempo da perdere). dal web



LAZIO:
Da Flavio, Roma - Sottolanevepane: "Arivederci Roma ... goodbye ... aurevoir ... te ricordi a pranzo a Squarciarelli, fettuccine e vino dei Castelli, come ai tempi belli che Pinelli immortalò..."

L' Italia e' diventata libera e democratica  e non va toccata soprattutto per il rispetto dei morti che ci sono stati per unirla.
LUCKY L'ESPLORATORE LAZIO DA ROMA


Nonnalibera anche se vive a Mi è romana per cui:
A CHI TOCCA N' SE SGRUGNA (A CHI TOCCA   TOCCA!)
T'HANNO BECCATO COR SORCIO N BOCCA   (TI HANNO COLTO IN FLAGRANTE)


Detto della Roma papalina:
"De tutti li cristiani li peggio so l'italiani, e fra questi li romani."
I romani sono i peggiori cristiani, perchè hanno sotto gli occhi il clero e sanno quello che combinano.
Gemisto da Roma


Una sua poesia in dialetto da ceglieterrestre:
Borgo Pio

A Rena' che sei de Roma?
Io so' nata a "Prati".
So' 'na somara,
ancora sbajo a scrive er romano.
Me servirebbe 'n mastro,
che dichi ce pròvamo?
Sarebbe bello torna a Borgo
e girà come 'na vòrta
pe' li vicoli de Roma bella!
Me ricordo quanno mi padre
me portava all'osteria
der sor Pietro
io giocavo pe' la strada
cor gesso a campana
e lui  co' l'amichi sui
se faceva 'na fojetta.
A Rena' che tempi!!

Franca Bassi


ABRUZZO:
Brisella : io propongo un video di una canzone abruzzese http://www.youtube.com/watch?v=Cgrrm5Efeg0

MOLISE:
proverbio molisano : Le pane n'arvè senza lievite (il pane non cresce senza lievito).
Questo è l'augurio che faccio a tutti gli Italiani: che possano essere lievito per la nostra patria, e far si che chi festeggerà i prossimi 150 anni possa trovare del "pane" ancora migliore di quello di oggi!
Irene (lucyvanpelt) (Campobasso)

CAMPANIA:
Ca' bbascio ce decimme è o' ccaso e festeggià?
Munnezza accà munnezza allè e o' Guvern, che ffà?
Ma poi c'arrammentamm ca simm frat s sore, a terra nostra è chesta.
Facimmola sta festa, augurie a tutt quant' e o paese nuost bello!
(Traduzione:
Quaggiù ci diciamo
Perchè festeggiare?
Spazzatura qua e la, il Governo che fa?
Ma poi ci ricordiamo che siamo fratelli e sorelle
La nostra terra è questa, facciamola questa festa
Auguri a tutti e al nostro bel paese)

Affabile da Napoli


Pigliate 'a bona quanno te vene, ca 'a malamente nun manca maje.
( Prenditi la buona occasione quando ti capita, perchè la cattiva non manca mai).
Ilavi/dora Campania-NAPOLI


Tant'augurie Italia! Ciente e chiste juorne belle! Anna (ande) da Napoli


Ecco un pezzo/strofa di una canzone napoletana:
Dicitencello Vuie
Dicitencello  
ch'e' 'na rosa 'e maggio  
ch'e' assaie cchiu' bella  
'e 'na jurnata 'e sole  
d' 'a vocca soia  
cchiu' fresca d' 'e vviole  
I' gia' vulesse sentere  
ch'e' nnamurata 'e me! da PegasoNero



"addò mangiano duie, ponno mangià pure tre." che sarebbe "dove mangiano 2 persone, possono mangiare anche 3". Luna e Stella, Napoli.
abbiamo scelto questo perchè dà un senso di unità, cioè accogliere più persone ad una tavolata in questo caso ma si può estendere a tutte le altre cose della vita.


Giulia (giulywzita): c'è una frase che vorrei citare a tal proposito e proprio con l'arrivo dei 150 anni dell'Unità d'Italia :) "Combattiamo per un mondo ragionevole" la citazione è tratta dal film " Il grande dittatore" di Charlie Chaplin... anzi visto che mi trovo ti lascio proprio tutto il link del suo discorso...che io reputo il migliore di tutti i tempi! Questo è il link:http://www.youtube.com/watch?v=KbidLa2JbVA&feature=related

PUGLIA:
A Sciacquè la cap o' ciucc' s perde u timb e u sapaum.
(A lavare la testa al somaro si perde tempo e sapone)

Megghière e ffigghie, cume Ddije te li mmanne... te li pigghie (te l'hà tenì).
(Moglie e figli, come Dio te li manda te li pigli).
Marilicia - Località  GARGANO


BASILICATA: Ognadunu porta l'acqua a u mulinu soio.
Ognuno porta l'acqua al suo mulino. (dal web)


CALABRIA:
non basta un inno nazionale o un giorno di festa per unire i cuori degli italiani,
dobbiamo far sussultare il cuore al solo pensiero dell'unione tra le regioni, senza divisione tra nord e sud. Siamo tutti davvero fratelli, nel sentire e non nell'apparire!
in cosentino è press'a poco così:
Un ci basta n'inno o nu juarnu e festa pi unì i cori dell'italiani,
avim' e fa zumpà u core aru solo pinziaru dil'unione tra i regiuni,
sins'a divisiune tra nord e sud. Simu tutti daveru frati, intru sentire e no pell'apparire!
RamyRamy


da Ritavioletta un modo di dire di  Oppido Mamertina (RC): E' Mejju  n'amico  ca centu ducati  (meglio un amico che cento ducati) ed  una poesia che il suo nonno paterno Esterino scrisse anni fa 'si mari d' Italia' : 
MARI  D' ITALIA

 Mar Ligure: bagnante l'estensione
occidua dalle spiagge etrusche a Imperia;
la floreal Nizza attigua, nonchè l'Isola
di Corsica: geolico testone.

 Mar Tirreno: contorna la Sardegna
di armenti, di miniere; arma monarchica.
Bagna le rive sacre in Lazio d'ovest
e la Campania di bel canto pregna.

 Mare Ionio: che dona in parte sponda
a la Sicilia opima e alla Calabria,
seguendola in sua destra litoranea,
nel mentre che dall'Otranto in su l'onda

 dilaga del sublime illustre Mare
Adriatico, fin Trieste, Istria e il dalmata
litorale aiuolato in arcipelago
d'isole e d'isolette amate e care.

 In fondo allo Stivale si spazia, infine,
il grande azzurro Mar Mediterraneo
con il gioiel di Malta d'oro, nobile
vedetta scrutatrice di marine!

E. Palumbo (da I Poeti del Mare: Salvatore Maturanzo)

SICILIA:
sugnu na cassera italiana e fiera di iessiri catanisi
(sono una cassiera italiana e fiera di essere catanese)  
Patrizia ( Angeliss) Catania-sicilia


"La jatta priscialora fici i jattarieddi orbi" cioè la gatta frettolosa fece i gattini ciechi (le cose fatte di fretta vengono fatte male); oppure "Bon tempo e malu tempu, non dura tuttu u tiempo" cioè bel tempo o brutto tempo non dura x sempre.   Mary64 Sicilia

Quannu Garibardi sbarcau 'nSicilia
ficiru festa tutti i siciliani
e l'acclamarru comu 'nveru rre!
Scinnierru da li muntagni
i picurari
purtannu tra li vrazza
ricotta e l'agnidduzzi...
  Rosemary3
Comiso (Ragusa - Sicilia)


SARDEGNA:
Salude a s'Unidade de s'Italia, ca est costada sambene meda, finamentras a nois, ki mai a perunu amus fattu gherra. Ki onzi italianu potat connòskere e amare totos sos italianos,  finamentras sos sardos e i sa limba issoro.
(Salute all'Unità dell'Italia, che è costata tanto sangue anche a noi, che mai a nessuno abbiamo fatto guerra. Che ogni italiano possa conoscere e amare tutti gli italiani, perfino i sardi e la loro lingua)
Irene dalfusoditaiwan
----------------------------------------------------------------------
Un pensiero da un'altra amica splinderiana (regione non specificata):

Stringo forte entro il cuore
il profumo d'Unità d'intenti
speranza - lealtà - passione

Flox (Raggioluminoso)


e per finire in modo originale e tricolore ecco gli auguri di Luiss alias LuigiBortolo da Milano (Lombardia):
Il tricolore può sembrare una figura abbastanza banale; ma pensiamo mai in quante forme possiamo ammirarlo? Eccone alcune:



















e qui mi fermo.
Buona festa a tutti!

ed io mi unisco agli auguri di Luiss per estenderli a tutti voi cari amici, sia coloro che hanno contribuito a far prendere forma a questo post che spero sia stato di vs. gradimento, sia a quelli che passeranno oggi di qua e vorranno lasciare in commento un saluto ed un augurio !
Ciao amici!

26 commenti :

  1. Questi saranno solo commenti di complimenti ma te li meriti tutti! Buona festa
    ps hai visto i napoletani in pole position!

    RispondiElimina
  2. Grazie per il tuo impegno, resto in silenzio! Così partecipo alla mia festa. la nostra unione ci fa onore, ma come si dimenticano i nostri fratelli terrestri che oggi muoiono per la loro libertà! 
    Mi si stringe il cuore, sapendo che a poca distanza un folle spargerà sangue innocente, e, il mondo sta guardare un film vero.
    Siamo terrestri e, abitiamo per un periodo breve il nostro pianeta, come si dimenticano presto le malefatte.
    Che Dio abbia pietà di noi. 
    Un caro saluto e grazie per tutto quello che fai.

    RispondiElimina
  3. Mirtillo hai ragione mi è sfuggito!!!! ti aggiungo subito...Per favore se qualcuno si accorge che mi sono scordata della sua frase mi avvisi è!? tra i tanti qualcosa puo' essermi sfuggito...avete risposto in tanti al mio appello che qualche distrazione posso averla fatta, ma rimedio subito!


    grazie per i primi commenti che mi rendono già felice....
    a ceglieterrestre vorrei dire che non ci dimentichiamo dei morti , ogni giorno i giornali i TG i media ce ne ricordano e troppe disgrazie ci fanno stare male, ma oggi stiamo sereni, guardiamo le cose belle tra cui la ns amicizia virtuale che ci ha unito, si è vero ci sono vicende brutte forse il bello non fa notizia, ma c'è anche il bello ed il bene !!!!

    e con questo per ora è tutto mi devo preparare che andiamo da mio padre e poi fuori a pranzo....esponiamo fuori la bandiera e almeno per oggi brindiamo e diciamo VIVA L '  ITALIA !!!!

    RispondiElimina
  4. Complimenti Fiore, uno splendido post!!! Auguri a te e a tutti gli Italiani!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. ma sei eccezzionale...hai fatto un post fantastico. lo vado a inserirlo su fb

    RispondiElimina
  6. Poesia che ha scritto il nostro caro cliente-poeta

    RispondiElimina
  7. Ciao Fiore passo in velocità per augurare a te e a tutti una serena giornata dell'Unità d'Italia,
    che possano essere uniti tutti i cuori del mondo!  :)

    (complimenti x il post)

    RispondiElimina
  8. Davvero brava Fiore, un post degno di passare negli annali della Storia d'Italia, Leggerlo è stato emozionante, e forse per la prima volta da quando sono al mondo, ho sentito l'Italia veramente unita.
    Il contributo di Luiss è stato poi la classica ciliegina sulla torta, sempre grande ed originale il nostro Luiss.
    Ovviamente il complimento al nostro professore, non vuole essere di demerito per nessuno.
    Che dire? Mi sento felice,
    Un bacio Fiore, sei stata meravigliosa!
    Un abbraccio a tutti gli amici  e...Viva l'Italia!

    RispondiElimina
  9. Originalità e tanta amicizia*
    Complimenti!
    W l'Italia!

    RispondiElimina
  10. bellissimo post....belle anche le immagini

    RispondiElimina
  11. Fiore, che idea fantastica hai avuto!!! Scusami se non ho scritto  prima, ho letto solo adesso il tuo invito...ancora in tempo per intervenire.
    E' Mejju  n'amico  ca centu ducati  (meglio un amico che cento ducati).
    dialetto reggino
     Un abbraccio a te e a tutti coloro che sono intervenuti.

    RispondiElimina
  12. Chi altro poteva fare un post così originale e ointenso??? solo tu Fiore!
    Auguroni

    RispondiElimina
  13. bellissimo post,
    brava e viva sempre l'Italia,
    io sono ORGOGLIOSA DI ESSERE ITALIANA, 
    non ho messo solo una bandiera ma TRE!!!!!  

    RispondiElimina
  14. brava fiore, post meraviglioso!!! hai avuto una bellissima idea, è stato stupendo leggere tutti i nostri dialetti uniti! purtroppo oggi, x problemi di salute, sono stata a casa ma ho seguito le feste in tv e anke il tuo post mi ha coinvolto molto. è bello essere italiani, nonostante tutto ciò ke nn va (ovviamente intendo i politici)!
    evviva il nostro meraviglioso paese!!!

    RispondiElimina
  15. Proprio un bel lavoro!!
    Super Fiore
    Un bacio
    Adriana

    RispondiElimina
  16. TI VOGLIO FARE I COMPLIMENTI PUBBLICAMENTE perchè hai creato una pagina FAVOLOSA.
    MILLE GRAZIE.
    GRANDE!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Immagino il lavoro che ti sarà costato, ma ne è valsa la pena!
    L'unità è fatta di differenze, perché sono le differenze che danno valore all'unità.
    Bravissima tu e anche tutti i collaboratori a questa splendida pagina!

    RispondiElimina
  18. Hai realizzato un post S-T-U-P-E-N-D-O, Fiore!!!Complimenti, davvero:-)
    E complimenti a tutti coloro che hanno partecipato all'iniziativa!Io, purtroppo, non ho fatto in tempo, alla fine!:-(
    Un bacione,
    Giulia.

    RispondiElimina
  19. che bel post e che brava che sei, ho sentito parlare di te sul blog di sinesolesileoe sono arrivata qua.
    Bellissimo blog e grafica, complimenti!:)

    RispondiElimina
  20. ma stra-complimentiiiii !!!!!!!!!!!!

    è un post da tenere bene a mente !!!!

    bravissima fiore !!!!!

    un abbraccione !

    RispondiElimina
  21. Fiore, puoi passare da me per favore?
    Vorrei che leggessi il mio ultimo post e mi dessi qualche suggerimento, mi sembri proprio la persona adatta.
    Ciaooooooo!

    RispondiElimina
  22. ...complimenti, Fiore.
    Davvero, è il caso di dirlo, un bel lavoro!

    :)

    RispondiElimina
  23. è davvero bello questo post! complimenti per questa iniziativa!

    RispondiElimina

♥ BENVENUTI NEL MIO BLOG ♥
Un semplice saluto, un commento, sarà sempre gradito !

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...