lunedì 15 gennaio 2007

Un incontro inaspettato

greggeIn questi giorni di temperatura anomala, mi sono imbattuta in un bellissimo gregge che pascolava dalle parti di casa mia! Tornando in auto ho avuto la bella sorpresa di udire un coro di belati...giro la testa e vedo tante pecore! Posteggio, entro in casa e, armata di macchina fotografica, vado pian pianino vicino al gregge per non spaventare, ma c'era il pastore che, dando gli ordini ai cani, controllava la situazione: c'erano pure due asinelli, delle capre...che bello!


Avevo già notato quel gregge la settimana prima a qualche km. di distanza da casa, evidentemente stavano girando la zona e le belle giornate che ci sono state, favorivano il libero pascolo! Ho parlato un pò col pastore, scattato foto, volevo fotografare pure lui, ma non ha voluto essere immortalato...gente schiva, ma gentile e cordiale. Io ero felice come una bimba, a me queste cose danno felicità, emozione, forse chi è nato e vissuto in campagna è abituato e riderà dei miei facili entusiasmi, ma io ...ex-cittadina...quanto amo questa vita così sana e libera come mai ho avuto prima...come amo la mia collina...come amo la natura, gli animali liberi...come assaporo di più la VITA !  



22 commenti :

  1. Ciao cara, le cose semplici e genuine danno la vera felicità, bisogna conoscerle e apprezzarle. Il pastore era per caso sardo? Molti sardi, emigrati nella Penisola, allevano ovini come avviene in Sardegna. Sai dove abita? Sicuramente produce dell'ottimo pecorino. Se a te piace il formaggio, vai ad acquistarlo da lui ;))

    RispondiElimina
  2. Sto attraversando un periodo poco felice, che cerco di superare grazie alla tua presenza, oltre a quella delle due mie gattone e della calma che regna a villa Arcanda.

    Baci

    RispondiElimina
  3. Belle le pecore... ma quanto puzzano!

    RispondiElimina
  4. ehehehe Shirmal....perchè pensi che ci abbia parlato?...ehehhe...volevo si acquistare formaggio ma vende il latte ad una azienda! :-(

    cmq qui in zona ci sono caseifici che producono i formaggi tra cui il famoso Parmigiano!!! Non era sardo, era del posto...ehehhehe...cmq stai su caro amico e se hai bisogno di sfogarti scrivimi pure . un bacino a te e pelosi!

    RispondiElimina
  5. Belle! In primavera, nella campagna ai lati dell'autostrada tra Firenze e Prato ci sono sempre tante greggi con pecore e agnellini...che teneri...:-)))


    Nessun problema per la poesia...e sono contenta che la compilation funzioni. Il nuovo sito mi soddisfa, sì sì (anche se su filelodge c'è ancora tutta la nostra musica...almeno spero :-//)

    RispondiElimina
  6. Il tuo entusiasmo è contagioso in questo inverno che ha ancora il sapore della primavera.

    RispondiElimina
  7. Beeee Beeeee

    Buona giornata cara Fiore

    RispondiElimina
  8. come si fa a non apprezzare la semplicita e la bellezza di una cosa cosi !!e' una foto bellissima ,le montagne ,gli animali,insomma la liberta'!!

    RispondiElimina
  9. io cmq preferisco la caren di pecora o di capretto ben cotta...hihi..:-)

    Bacio

    K.

    RispondiElimina
  10. ...leggendo questo tuo scritto ho gioito con te...anche per me quella è vita! La natura le bellezze del creato cosi semplici e tanto piene di calore...

    grazie Fiore e come se ti vedessi...

    un abbraccio e serena giornata... piena di sole... :)

    RispondiElimina
  11. Anche vicino a casa mia passa spesso un gregge di pecore, agnellini, asini e cani da pastore. Una volta ho visto che c'erano degli agnellini talmente piccoli che li hanno caricati sulla schiena di un'asinello in delle sacche... stupendi!!! Uscivano con la testolina e le zampette davanti... :DDDDD

    Come fossero in macchina....

    Anch'io adoro queste cose.. se non avessi il mio argine davanti casa mia non so come farei...

    Fiore.. occhio però alle zecche! E' inverno, ma bisogna comunque stare attenti.. controlla ron e kim per i prossimi giorni... ;)

    RispondiElimina
  12. La prima canzone è la colonna sonora di "Cold Case", la seconda è quella di "Matrix", il resto sono di "Grey's Anatomy" (e le conosci)...ma non ce l'ho scritto sopra? Leggi che c'è :-)


    Sei sicura che il libro che hai regalato al tuo amico non sia proprio "La legge di Murphy"? E' famosa...io ho postato solo il primo capitolo, poi arriverà il resto.

    Mi fa sempre scompisciare, ogni volta che la leggo...A breve il secondo capitolo :-D

    RispondiElimina
  13. vedere le pecore al pascolo è davvero una scena stupenda e capisco la tua gioia : erano scenari a cui non eri abituata in città

    RispondiElimina
  14. condivido appieno...

    tanto tempo fa il mio quartiere era pariferia..

    c'era una vecchia fattoria( poi ovviamente venduta ed abbattuta) da cui il proprietario portava fuori le sue pecore..

    era curiosissimo un una metropoli....

    ma molto bello.

    oggi se voglio vedere animali in libertà mi tocca prendere l'auto e fare almeno 150 km per il parco nazionale più vicino..

    splendido post.

    ciao.

    maurizio

    RispondiElimina
  15. Anche davanti casa mia in primavera ed in autunno passano greggi di pecore!

    E' bellissimo vederle come è bellissimo vedere i piccoli agnellini!


    RispondiElimina
  16. Anche io quando mi imbatto in pecore, mucche, cavalli li fotografo subito e godo di quella vista... Gli spazi, la vita alla'aria aperta, il senso di libertà che dà, la sensazione di poter spiccare il volo dalla gioia!!

    Bellissimo il tuo blog e la canzone in sottofondo.... aiuta i miei sogni a volare più alti!!

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Complimenti... passavo di qui e ho trovato il sereno che vanti... Pb

    RispondiElimina
  18. Meraviglia! Ti capisco. Ne vedo diverse anche io ma da ex cittadina sempre mi emoziono ed è sempre una sorpresa. A proposito di gregge però...Una mattina, qualche anno fa, a cavallo mi imbattei in un gregge. C'era una luce bellissima e tutto mi sembrava no bello...stupendo. Presi il telefonino per fare una foto quando un Pastore...e rimane un mistero, inizia a inveirmi contro. Non voleva facessi la foto! peggio mi rincorse con un bastone! Non potevo neanche ragionarci ne chiedere scusa anche se non capivo che razza di crimine era far una foto alle pecorelle...?

    Meno male il cavallo galoppa! Però ci rimasi MALISSIMO!

    RispondiElimina
  19. Io avevo la fortuna di poter abitare in campagna...xò i miei si sn voluti trasferire a milano...una "bella" città...ma messa in paragone con le mie estati campagnole...è nulla...io ogni estate pretendevo di andare nonni...così mi godevo quel che era un sogno...vivere in aperta campagna...dove il rumore ke senti è qll dei grilli alla sera...o il gallo la mattina...magari qualceh volta si sentiva anke un treno passare...xò era messo in secondo piano xkè prima venivano quei rumori...quei suoni...ke magari il primo giorno...la prima notte...davano anke fastidio ma ke dopo ti ci abitui...e quando tirni a casa ti mancano...si xkè senti sfrecciare sotto la finestra un'ambulanza...magari uno con lo moto...o i vicini ke litigano...quanto mi piacerebbe avere una casa in mezzo alla campagna...

    RispondiElimina

♥ BENVENUTI NEL MIO BLOG ♥
Un semplice saluto, un commento, sarà sempre gradito !

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...